Nobel da Oscar

Nobel da Oscar

Quando i Nobel finiscono al cinema e vincono l’Oscar

Non hanno ottenuto solo il premio Nobel. Le loro vite raccontate sul grande schermo hanno anche meritato l’Oscar, o ci sono andati molto vicini. Ecco i film che hanno reso omaggio ad alcuni “grandi” premiati a Stoccolma.

«Io non so dire quello che hai letto con parole diverse da quelle che ho usato. Quando la spieghi, la poesia diventa banale». Così il premio Nobel per la letteratura Pablo Neruda (Philippe Noiret), in esilio a Capri, svelava i segreti della poesia al portalettere Mario Ruoppolo (Massimo Troisi), cambiandogli per sempre la vita. Il film è Il postino (1994), pellicola diretta da Michael Radford e dallo stesso Troisi, liberamente ispirata al romanzo del cileno Antonio Skármeta Il postino di Neruda. Cinque le nomination agli Academy Awards e una statuetta vinta: per la colonna sonora di Luis Bacalov.

Due Oscar per Una scomoda verità (2006) di Davis Guggeeheim, il documentario che racconta la campagna di informazione sui cambiamenti climatici  operata da Al Gore ,ex vicepresidente degli Stati Uniti d’America e premio Nobel per la pace, che nel film interpreta se stesso.

A Martin Luther King, Nobel per la pace nel 1964, sono dedicati ben nove film. Ma l’unico ad aggiudicarsi un Oscar e un Golden Globe, entrambi per la colonna sonora, è Selma. La strada per la libertà (2009) del regista Ava DuVernay. Il lungometraggio rievoca l’inizio delle rivolte e delle marce per i diritti civili degli afroamericani negli Stati Uniti.

Ma a fare incetta di premi è A Beautiful Mind (2001) diretto da Ron HowardQuattro Oscar e quattro Golden Globe vinti, su quattordici nomination totali. Il film, tratto dall’omonima biografia di Sylvia Nasar, racconta la vita del “genio dei numeri”: John Forbes Nash, interpretato da un magistrale Russell Crowe. Una storia di coraggio, amore, e follia tra la scalata verso il Nobel per l’economia e la diagnosi di schizofrenia paranoide.

Oscar solo sfiorato invece per molte pellicole su Nobel straordinari come Richard Feynman, Albert Einstein, Aung San SuuKyi, Nelson Mandela e molti altri. Ancora si fa attendere, invece, un film dedicato al chimico lisergico e premio Nobel Kary Mullis.

Credits immagine di copertina: lincolnblues